Seguici su

Facebook
|

Serie A 2017/2018: quali sono le squadre favorite?

Dopo sei scudetti consecutivi la Juventus, nella stagione calcistica 2017-2018, volendo fare in largo anticipo dei pronostici calcio

Dopo sei scudetti consecutivi la Juventus, nella stagione calcistica 2017-2018, volendo fare in largo anticipo dei pronostici calcio, mollerà finalmente la presa evitando ancora una volta di "ammazzare" il campionato? I bianconeri punteranno tutto su un'altra finale di Champions League, stavolta a Kiev, permettendo così alle altre big della Serie A di tornare a lottare per davvero per il tricolore?

 

Ebbene, da tanti, troppi anni siamo oramai abituati ad una Juventus cannibale in Italia, è ed certo che nemmeno per la stagione 2017-2018 si tirerà indietro al fine di sbaragliare le avversarie. Pur tuttavia, sulla sponda "anti-Juve", ad emergere per la Serie A 2017-2018 è un moderato ottimismo riguardo al fatto che almeno una squadra tra Roma, Napoli, Inter e Milan possa dare filo da torcere ai bianconeri guidati dal mister Massimiliano Allegri.

Nel dettaglio la Roma, sebbene abbia cambiato molto in difesa, ha in Eusebio Di Francesco l'allenatore giusto per dare un bel gioco alla squadra, e se troverà anche l'equilibrio tra i reparti, allora dopo il secondo posto della passata stagione sarà lecito sperare in qualcosa di più dall'inizio alla fine del campionato di calcio 2017-2018 di Serie A.

Sul Napoli, ancor più della Roma, ci sono grandi aspettative nella stagione 2017-2018 di Serie A per quel che riguarda la corsa scudetto. Per quanto visto nella passata stagione, conclusa con il terzo posto in campionato, gli Azzurri guidati dal mister Sarri sembrano infatti essere pronti a fare il salto di qualità considerando anche che tutti i big sono rimasti alla corte del presidente Aurelio De Laurentiis, da Marek Hamšík a Lorenzo Insigne e passando per il bomber Dries Mertens.

Il Milan, tra le Big, è la squadra che si è mossa prima e meglio sul mercato rinforzando la rosa con una raffica di acquisti, da Conti dall'Atalanta a Çalhanoglu dal Bayer Leverkusen, e passando per Borini dal Sunderland, André Silva dal Porto, Musacchio dal Villarreal, Kessie dall'Atalanta e Ricardo Rodriguez dal Wolfsburg.

La società rossonera, con Fassone e Mirabelli, ha di conseguenza consegnato al mister Vincenzo Montella una squadra che forse non potrà lottare per il primo posto nella Serie A 2017-2018, ma che di sicuro ha tutte le carte in regola per ambire ad un piazzamento in Champions League per la stagione calcistica successiva. Rispetto al sesto posto della scorsa stagione, che è comunque valso l'accesso all'Europa League, il Milan può e deve quindi fare meglio dopo una campagna acquisti estiva molto importante da parte della nuova proprietà cinese.

Con Roma, Napoli e Milan, pure l'Inter ai nastri di partenza partirà ancora una volta come candidata a contendere lo scudetto alla Juventus, ma a patto che non vengano ripetute le ultime stagioni deludenti. Da questo punto di vista il gruppo Suning è corso ai ripari ingaggiando come allenatore Luciano Spalletti, un tecnico di polso che, riguardo alle scelte tecniche, non scende mai a compromessi così come si è visto alla Roma nella passata stagione. E questo in casa Inter potrebbe essere determinante per lottare in campionato per i primi posti anche perché nella stagione 2017-2018 i nerazzurri non saranno impegnati nelle coppe europee.