Seguici su

Facebook
|

Le statistiche nello sport

Le statistiche e i numeri, nel mondo del calcio e nel mondo dello sport in generale, hanno una straordinaria importanza, che permette di individuare tendenze e, in un certo senso, di proporre previsioni e profezie: gli scommettitori si basano anche sulle cifre, anche se ovviamente la componente della casualità, della sorte e della fortuna hanno un ruolo imprescindibile. Va detto, però, che fino a qualche anno fa la situazione era differente, e soprattutto nell'ambito del soccer analizzare - per esempio - i minuti in cui una certa squadra era solita fare gol era considerato un compito assurdo, o comunque eccentrico.

Insomma, se si ha in mente di cimentarsi in qualità di scommettitori, a prescindere dall'entità delle cifre che si ha intenzione di puntare, dare un'occhiata alle statistiche può non essere un'idea sbagliata. Proprio per questo è interessante anche confrontare le varie quote che vengono proposte dalle diverse agenzie di scommesse, sia online che offline, in maniera tale da riuscire a individuare quelle più convenienti e vantaggiose. Per trovare il numero del servizio clienti di un'agenzia di scommesse si può sfruttare il sito Iltrovanumeri.it, così da ottenere l'assistenza di cui si potrebbe aver bisogno (per esempio, al momento della creazione di un account, nel caso in cui si opti per un'agenzia online).

A quel punto, si può cominciare a mettersi in cerca degli sport e degli eventi per cui sfidare la sorte, tenendo sempre presente l'importanza dei parametri statistici: tutti i numeri, tutti i dati e tutte le informazioni di questo tipo permettono di avere a che fare con una visione complessiva e globale dei match e delle sfide, sia che si tratti di un incontro di tennis per la Coppa Davis, sia che si tratti di una gara di basket per il campionato italiano, sia che si tratti di una partita di calcio per la Champions League, e così via.

Gli stessi tecnici ed allenatori, per altro, in molte circostanze fanno affidamento sulle note statistiche per preparare le partite e per conoscere più da vicino le caratteristiche delle squadre che sono in procinto di affrontare. Il fatto che una squadra prenda tanti canestri nel secondo quarto, che un tennista commetta molti doppi falli dopo la seconda ora di gioco, che uno schiacciatore soffra un certo avversario a muro, che un centrocampista segni sempre contro una determinata squadra: sono solo alcuni esempi di come le tendenze e le statistiche possano fondersi per provare a dare vita a ipotesi e previsioni, che ovviamente non hanno alcun carattere di certezza, ma che comunque possono tornare utili per cercare di immaginare un andamento reale, o comunque verosimile, dei diversi eventi sportivi. Studiare, dunque, è fondamentale, anche nel volley, nel football o nel rugby.